comPVter.it

Blog/Wiki

CoderDojo Pavia Apps & Robots

CoderDojo Pavia Apps & Robots

 
Sabato 24 settembre è ripartita la stagione CoderDojo, quest'anno con 5 laboratori in parallelo:
 
- creare il tuo videogioco con Scratch (7-15 anni) 
- creare la tua App con App Inventor (8-15 anni) 
- programmare il tuo BeeBot (5-6 anni) 
- programmare il tuo robot autocostruito (8-15 anni) 
- Dress Code: creare tecnologia che puo' essere indossata (9-15 anni) 

 

Più di 70 ninja si sono ritrovati presso il Polo Tecnologico per ricominciare con grande entusiasmo la nuova stagione.
Per i genitori era inoltre disponibile il seminario "Minori e Consapevolezza su Internet" a cura dell'Ing. Pierlorenzo Castrovinci, coordinatore per la Lombardia di Informatici senza frontiere.
 
La mattinata è partita con la presentazione di cosa è CoderDojo e dei laboratori disponibili, a cura di Dino
 
 
Quindi i ninja si sono divisi nei vari laboratori, mentre i genitori si sono ritrovati con Pierlorenzo per parlare di competenza e consapevolezza informatica.
 
 
La sala Scratch ha accolto oltre trenta ninja, tantissimi nuovi iscritti, che hanno iniziato la sessione con un bell'urlo che ha fatto ingigantire il nostro gatto arancione.
 
 
Dopo la merenda ciascuno si è scatenato nella personalizzazione del progetto Back to School
 
 
 

 

 

 
Nella sala App c'era un sacco di fermento: PC, tablet, cellulari, si popolavano degli ingredienti necessari a riprodurre Space Invaders, con le imperdibili personalizzazioni di ciascuno.
 
 
 
 
 
 
Il gruppo della robotica ha dovuto affrontare la sfida del montaggio ancor prima della programmazione. L'idea era quella di lasciare che i ragazzi se la cavassero da soli, sia nel montaggio, che poi nella programmazione, aiutandosi a vicenda.
 
 

 
E tutti si sono divertiti a smanettare sia con i pezzi di legno che con i pezzi di codice ;)
 
 
Il gruppo Dress Code aveva un obiettivo molto ambizioso: ciascun partecipante avrebbe dovuto cucire un indumento (in particolare una cuffia). Poi, divisi in due gruppi i ragazzi avrebbero cucito con il filo conduttivo i circuiti sul tessuto.
 
 

 

 

 
La sfida è cucire il filo ben stretto attorno ai connettori, per garantire il contatto.
Prima di partire però facciamo le prove coi coccodrilli

 
 
 
I più piccoli (5 e 6 anni) hanno partecipato al laboratorio BeeBot, organizzato dalla nostra mentor Antonietta Magnesa, insegnante della scuola di infanzia di Gambolò
 
 

 

 
Prossimo appuntamento: sabato 8 ottobre @7Pixel